giovedì 14 novembre 2013

GEO Danimarca e Islanda


Guarda il video






ISLANDA
un click QUI per la geografia




Alcuni splendidi scorci panoramici islandesi nel video






61 commenti:

  1. Io sono Manuel della 2°E il mio viaggio per la Danimarca parte da COPENAGHEN volando ho incontrato molte montagne innevate poi passando per Odense vidi il fantastico mare blu scuro proseguendo vidi un villaggio in prossimità della Groenlandia.
    Volando e volando mi soffermai verso mezzogiorno su un campo di grano che era stupendo.
    Poi arrivai a Skagen dopo aver ammirato il paesaggio per l'ultima volta ripresi il volo verso l'Italia

    RispondiElimina
  2. Caro MANUEL... mi aspetto la narrazione più particolareggiata del viaggio ... Prova a scrivere di più magari studiando meglio l' Islannda!

    RispondiElimina
  3. La Scandinavia è una regione geografica e storico-culturale dell'Europa settentrionale. Dal punto di vista geografico la penisola scandinava è costituita solamente da tre stati, Norvegia, Svezia e parte della Finlandia (l'area nord-occidentale) ed esclude completamente la Danimarca, l'Islanda, nonché i territori autonomi delle isole Åland, le Isole Fær Øer e la Groenlandia.

    Il termine Scandinavia viene comunque anche utilizzato come sinonimo di "Norden" in senso largo includendo questi altri territori.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Daniel, ho spostato il tuo commento, visto che raccontavi della Finlandia!

      Elimina
  5. La Danimarca (danese: Danmark), ufficialmente Regno di Danimarca (danese: Kongeriget af Danmark), è uno Stato membro dell'Unione europea e lo Stato più piccolo e più meridionale della Scandinavia, anche se non appartenente alla Penisola scandinava. È membro-capo del Regno Unito di Danimarca (Danmarks Rige) che comprende anche le Isole Fær Øer e la Groenlandia. La capitale è Copenaghen.
    Si trova a nord della Germania, stretto del Falster, a sud-ovest della Svezia e a sud della Norvegia, affacciandosi sia sul mar Baltico che sul mare del Nord. Il paese è composto da un'ampia penisola, lo Jutland, che confina a sud con la Germania, a cui si aggiungono un considerevole numero di isole, tra le quali Sjælland, Fyn, Falster, Lolland, Vendsyssel-Thy e Bornholm oltre a centinaia di isolette minori a cui talvolta ci si riferisce come all'arcipelago danese. Storicamente la Danimarca ha da sempre controllato l'accesso al Mar Baltico e queste acque sono conosciute anche, infatti, come gli Stretti danesi.
    Dal 1901 La Danimarca è diventata è una monarchia parlamentare, dopo essere stata una monarchia costituzionale dal 1849 ed una monarchia assoluta dal 1660. Con oltre mille anni di durata la monarchia danese è la seconda più antica del mondo, seconda soltanto a quella giapponese. L'ingresso nell'Unione europea è avvenuto il 1º gennaio 1973. Il territorio della Groenlandia, pur facendo parte del Regno di Danimarca, gode di ampia autonomia, è regolato da leggi particolari secondo un sistema federale e non fa parte dell'Unione europea.
    A partire dalla seconda metà del XX secolo la società danese è stata parzialmente caratterizzata dall'adozione del cosiddetto Modello sociale scandinavo basato su di un'ampia diffusione dei servizi pubblici. Secondo uno studio pubblicato dall'UNESCO, la Danimarca può fregiarsi del titolo di "paese più felice" della Terra.

    RispondiElimina
  6. L'ISLANDA

    L'Islanda si trova molto al nord dell'europa ed è ancora in formazione. Non fa parte dell'UE. Si parla l'islandese: è una lingua di origine germanica e 'Islanda' si dice Lydveldid Island. E' al primo posto dell'indice ISU ed è diventata una repubblica parlamentare nel 1944, quando ha istituito la bandiera con la croce rossa bordata di bianco. La sua popolazione è di circa 319.756 persone. In Islanda i terremoti sono frequenti a causa dei trenta vulcani attivi. Inoltre, ci sono numerosi geyser, che creano spazi enormi di acqua calda dove la gente va a fare il bagno in pieno inverno, nonostante sia pericoloso. Il clima è caratterizzato da fortissime tempeste che nascono dall'incontro fra acque dell'oceano e correnti gelate della Groenlandia. Qui c'è il più grande ghiacciaio d'Europa, il Vatnajokull; tutto il resto del territorio è coperto dalla tundra islandese. L'economia è ricavata del turismo e dalle risorse geotermiche.

    RispondiElimina
  7. Mi trovo a Copenaghen, la capitale della Danimarca. Essa sorge sull'isola di sjaelland di fronte alle coste svedesi. Il suo nome significa "porto dei mercanti " perchè da molti secoli è un porto importante tra Mal Baltico e Mare del Nord . Nella città ci sono molti canali e ci sono delle piste per biciclette . Qui i ciclisti hanno la precedenza su tutti gli altri mezzi di trasporto. Sulla roccia di fronte alla baia di Copenaghen c'è la Sirenetta, simbolo della città.
    Dopo aver visto questa città magnifica mi sposto verso Arhus che è la seconda città più popolosa della Danimarca, e la prima per numero di abitanti della penisola dello Jutland , nonchè il principale porto del paese. Sarà Capitale europea della cultura nel 2017 assieme a Pafo .
    Adesso sto andando a Odense . Essa è la terza città più grande della Danimarca e si trova sull'isola di Fionia . Qui nacque l'autore di fiabe Hans Christian Andersen .
    Il mio viaggio è finito adesso si torna in Italia.

    RispondiElimina
  8. La Groenlandia di Mattia 2^D

    La Groenlandia fa parte del Regno Unito di Danimarca (Danimarca e Isole Faer Oer). Inizialmente era una colonia della Corona Norvegese, ma dal 1814 passò sotto il controllo della Danimarca.

    Nel 1953 diventò una parte del Regno Danese.

    Nel 1979 alla Groenlandia venne concesso l'autogoverno dal Folketing. Il Capo di Stato rimane comunque la regina di Danimarca.

    Nel 1973 entrò a far parte della Comunità Economica Europea, ma ne uscì nel 1985 con un referendum.

    La parola Groenlandia deriva da quella danese: Groenland. Questa parola vuol dire “Terra Verde”. Gli fu data dal Norvegese Erik il Rosso. Egli fu esiliato dall'Islanda per omicidio e così si diresse verso Nord-Ovest, scoprendo questa nuova terra. Il termine “Verde” può sembrare fuori luogo, ma in realtà ai tempi di Erik il Rosso (anno 1000) la Groenlandia era più verde.

    Ci sono anche altre versioni. Una leggenda infatti dice che i Vichinghi abbiano scambiato il nome dell'Islanda con quella della Groenlandia. Quest'ultima, infatti, presenta caratteristiche opposte da quelle indicate dal nome, caratteristiche che però troviamo in Islanda. A sua volta, l'Islanda presenta caratteristiche differenti da quelle indicate dal nome, che però sono presenti in Groenlandia. Islanda vuol dire, infatti, “Terra dei Ghiacci”.Questo per impedire ai forestieri di insediarsi in Islanda, la terra dei Vichinghi.

    Attualmente la Groenlandia è popolata nella parte occidentale della costa. Qui, infatti, l'aria secca e il clima più mite del resto dell'Isola impediscono la formazione dei ghiacci.
    Il mare è uno dei più percorsi al mondo.
    La ricchezza della Groenlandia è basata soprattutto sul turismo e sulla pesca. Il 30% del PIL proviene, però, da sovvenzioni da parte della Danimarca.
    Se un giorno i ghiacci in Groenlandia dovessero sciogliersi, resterebbe solo un grande arcipelago.

    MATTIA SCIOLETTI :-)

    RispondiElimina
  9. L' ISLANDA

    Parto dai vulcani , ne vedo piu' di 200 e circa una trentina sono ancora attivi ,attenzione alla euruzione. Infatti qui le eruzioni sono molto frequenti
    e si parla che nel 1964 ci sia stata un'eruzione sottomarina durata 5 anni.
    Vedo uno scorcio dello jokulsarlon e 2 esemplari di fratercula che gustano
    alici . Vedo enrmi ghiacciai che si estendono per la tundra e il piu' grande ghiacciao è Vatnajokull, la temperatura è è fredda ,infatti l'aria fredda proviene proprio dalla Groenlandia , una corrente fredda dove si formano tempeste . Ma ad un tratto vedo distese di acqua bollente come meteoriti che cadono nel terreno sono i geyser , distese di acqua bollente gettati ad intervalli. Ed ora vedo molto turisti che visitano questa terre che un tempo fa erano povere e difficili . Oggi con contadini e pescatori l'indice ISU si è alzato sfruttando risorse geotermiche .

    RispondiElimina
  10. L'Islanda di Mattia 2^D.

    Il mio viaggio questa volta comincia in Islanda.

    L'Islanda è un'isola di oricine vulcanica. In essa ci sono infatti duecento vulcani. Trenta di essi sono ancora attivi. L'Islanda è però un'isola ancora in formazione. Infatti nel 1964 c'è stata un'eruzione sottomarina durata cinque anni che ha fatto emergere un'isola al largo delle coste meridionali.

    Parto dal Sud dell'isola, a Hofn. Per prima cosa decido di visitare il Geyser Strokkur, nella parte sud occidentali dell'Islanda. È fantastico! In Islanda ci sono più di 600 geyser. I geyser sono getti di acqua bollente che lanciano vapore in aria. Questo vapore viene poi trasportato attraverso delle condutture alle serre o nelle centrali geotermiche per produrre energia.

    Ora ho raggiunto il più grande ghiacciaio d'Europa: il Vatnajokull. Qui si estende la tundra, che ricopre gran parte dell'isola.

    Il clima qui è molto variabile: nella parte sud-orientale, raggiunta dalla Corrente del Golfo, il clima è mite; nella parte nord-occidentale, raggiunta dalla Corrente fredda della Groenlandia, invece, fa molto freddo.

    Procedendo verso Ovest ho raggiunto la capitale dell'Islanda: Reykjavik. L'Islanda è al primo posto per Indice di Sviluppo Umano. Qui ho fatto amicizia con alcuni signori del luogo che mi hanno insegnato qualche parola in islandese. Ad esempio “buon giorno” si dice “gòdan dag” e “buona sera” si dice “gott kvold”.

    MATTIA SCIOLETTI :-)

    RispondiElimina
  11. Prima di incominciare il mio viaggio nella Danimarca, voglio dire qualcosa sulla sua storia.

    La Danimarca cominciò ad essere abitata a partire dal 12.500 a.C. circa, e sono state trovate prove di attività di tipo agricolo a partire dal 3.900 a.C. 'età del bronzo scandinava (1.800 - 600 a.C.) in Danimarca fu caratterizzata dalla realizzazione di numerosi tumuli sepolcrali nei quali sono stati ritrovati svariati reperti, tra cui diversi lur bronzei e il famoso carro del sole di Trundholm.

    Ora incomincio a scoprire la regione.
    Attraverso il ponte dell’Oresund, e mi trovo sull’isola di Sjaelland. Questa volta, per prima cosa voglio vedere la capitale: Copenaghen. Il suo nome in danese significa “porto dei mercanti”, perché da molti secoli è un porto importante tra Mar Baltico e Mare del Nord. È la città più popolosa della Danimarca. Con il completamento del Ponte di Øresund nel 2001, Copenaghen e Malmö sono unite da un collegamento automobilistico e ferroviario grazie al quale dovrebbero migliorare l'interscambio commerciale.

    Ora mi sposto verso l’isola più grande, ma prima devo attraversare una moltitudine di isole tra cui quella di Fyn, la più grande. Ho notato che la Danimarca è prevalentemente pianeggiante, con qualche collina nel centro. Di montagne non se ne vedono per niente.

    Ora mi trovo sulla penisola dello Jutland. ho scoperto che i danesi sono molto attaccati alla tutela dell’ambiente naturale. la Groenlandia è un'isola del continente americano, la maggiore del mondo per superficie, situata nell'estremo nord dell'Oceano Atlantico tra il Canada e l'Islanda. Dal punto di vista politico, costituisce una nazione appartenete al regno di Danimarca.

    Il mio viaggio finisce sul Mare del Nord per poi andare in Islanda. Ma prima devo ancora attraversare le coste della regione. Sono piene di dune sabbiose e sono a tratti paludose. Si aprono lunghe insenature tra cui il Limfjorden, la più grande che attraversa tutta la parte settentrionale della penisola.

    Il mio viaggio finisce qui, sul Mare del Nord…

    RispondiElimina
  12. Caro Emanuele ti consiglio di tralasciare la preistoria, in ogni modo su wikipedia trovi tutte le notizie che ti interessano... I siti archeologici più antichi della Danimarca finora scoperti risalgono al 130.000 - 110.000 a.C., ovvero all'epoca del periodo interglaciale Riss-Würm. [1] La Danimarca cominciò ad essere nuovamente abitata a partire dal 12.500 a.C. circa, e sono state trovate prove di attività di tipo agricolo a partire dal 3.900 a.C. circa[2] L'età del bronzo scandinava (1.800 - 600 a.C.) in Danimarca fu caratterizzata dalla realizzazione di numerosi tumuli sepolcrali nei quali sono stati ritrovati svariati reperti, tra cui diversi lur bronzei e il famoso carro del sole di Trundholm. Le notizie che hai riportato sono dunque corrette ma non sono necessarie, forse, per il tuo viaggio... A meno che tu non ti rechi a visitare qualche sito archeologico
    :-) .

    RispondiElimina
  13. L’ultimo viaggio che ho fatto è stato quello in Danimarca. Ora, dal Mare del Nord mi sposto in Islanda.

    Sbarco sulla capitale: Reykjavik. Ho notato una particolare struttura del territorio. Per prima cosa incontro le pianure poi ci sono colline e montagne e per finire verso il centro trovo qualche ghiacciaio. Infatti se scendo verso il sud della regione posso trovare alcune montagne vicino la costa.

    Nella capitale i terremoti sono frequenti infatti proprio dove mi trovo ne sta succedendo uno!
    Ci sono molti vulcani ma pochi sono quelli attivi. Qui, nel sud, c’è la corrente del golfo, che sta mitigando la temperatura.

    Mi sposto verso il centro: in questa zona posso trovare un sacco di geyser che lanciano in aria vapore acqueo caldissimo. Fa molto freddo perché ci sono i ghiacciai e le montagne.
    Ho notato che in questa parte dell’isola non ci sono molte città: esse si trovano perlopiù sul litorale perché lì si sviluppa la pesca e anche le altre attività economiche.

    Ora mi dirigo verso il nord della regione dove la corrente fredda della Groenlandia rende più freddi gli inverni. Infatti nel periodo invernale ci sono grandi tempeste in mare aperto.
    Quasi tutta l’isola è coperta dalla tundra infatti ne ho potuto ammirare la bellezza.

    Questo è il mio viaggio in Islanda che mi ha appassionato così tanto da volerci vivere realmente,
    per vedere ogni giorno il pezzo forte della nazione: i geyser!!!

    RispondiElimina
  14. Parto la mattina verso l'Islanda che è la 1° nell'ISU volando e volando vidi un geyser gettare acqua bollente che calduccio poi sorvolando vidi dei barili pieni di aringhe pronte per essere imbarcate volando vidi degli uccelli mangiare aringhe fresche volandi vidi un acqua di un geyser canalizzata e portata alle aziende agricole io mi sto divertendo da matto alla capitale Reykjavik molto moderna e antica mi sono divertito molto e adesso parto per l'Italia

    RispondiElimina
  15. LA DANIMARCA
    La Danimarca è uno stato bellissimo e a me è piaciuto tanto visitarla........
    Essa è la più meridionale dei paesi nordici ed è formata dalla Penisola dello Jutland.
    Il territorio è pianeggiante e lungo l mare del Nord i sono cote bordate da dune sabbiose;invece lungo il mar Baltico si aprono lunghe insenature.
    ll clima è atlantico,caratterizzato da inverni miti ed estati fresche.
    appartiene alla Danimarca anche la Groenlandia.visitando i paesi abbiamo scoperto che l'agricoltura e l'allevamento sono molto diffusi e anche l pesca è diffusa .
    e la tutelano.il settore industriale più diffuso è quello dell' elettronica.
    andare in Danimarca non mi è piaciuto molto..................ho preferito l'Islanda che adesso racconterò..............

    RispondiElimina
  16. visitare I'lslanda mi ha emozionato tantissimo .................vedere tutti quei vulcani e andarci vicino mi ha emozionato tanto e ho avuto anche un po di paura perche alcuni erano attivi e da un momento all'altro potevano eruttare lava incandescente dopo aver visto i vulcani (In realtà non li ho visti tutti perchè sono più di 200 )siamo andati vedere i geyser che sono giacimenti sotterranei di vapore e acqua bollente
    noi di tutti quelli presenti nello stato ne abbiamo visto solo uno che ha provocato un enorme getto d'acqua ..........mentre camminavamo per la città la guida ci spiegava che il clima è molto variabile ;in essa passa sia la Corrente del Golfo che quella fredda della Groenlandia e in inverno ci sono sempre grandi tempeste...noi per fortuna siamo andati di estate e non stava piovendo.La maggior parte dell' isola e coperta di ghiacciai e dalla tundra........noi abbiamo visitato tutto lo stato e abbiamo visto anche il ghiacciaio più grande d'Europa chiamato Vatnajòkull.
    vedere tutti questi fenomeni è stato bellissimo.spero di tornarci.

    RispondiElimina
  17. Sono molto felice di partire per la Danimarca. Passo il check-in e da Milano parto alla volta di Copenaghen. Arrivato noto subito molti cartelli che indicano un' unica direzione ... incuriosito vado a vedere e mi colpisce una bellissima statua... chiedo a uno del posto e scopro che è la statua della Sirenetta di Handersen.
    Pero' scopro sempre da quel tizio che in Danimarca ci sono fiumi brevi e che ci sono ben 443 isole e solo 78 sono abitate. Dopo aver visitato la Danimarca vado nella terra dei vulcani... L' Islanda... vado con la crociera e vedo subito che anche se ci sono ben 200 vulcani di cui 30 attivi il 10% del suo territorio e' coperto da ghiacci e ci sono molte rocce vulcaniche perchè l' Islanda e' un territorio di recente formazione infatti ci sono molti geyser cioè getti di acqua calda molto alti con cui gli islandesi riscaldano le loro case. Sono nmolto triste di lasciare questi fantastici paesi ma le vacanze natalizie sono finite.

    RispondiElimina
  18. Sono pronto per partire in Danimarca!
    Questo è lo stato più meridionale,infatti i suoi inverni non sono molto rigide e le estati sono fresche.
    Arrivo a Copenhagen(la capitale),scopro che la Groenlandia è un'isola danese che però ha un'ampia autonomia,Copenhagen è famosa per la via Stogret perché è un'importante via commerciale.Proseguo e scopro che in Danimarca ci sono molte sedi principali,primo tra tutti c'è quello della Microsoft Corporation.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato tu non abbia descritto tutte le località che hai visitato! ;-).

      Elimina
  19. Si parte in Islanda!
    Arrivo nella capitale Reykjavik mi stupisco della temperatura mite portata dalla corrente del Golfo e dai geyser.Scopro anche che il Vatnajokull è il 4° ghiacciaio più grande al mondo.
    In queste terre è facile intravedere la volpe polare,il cavallo islandese e la pulcinella di mare.Qui si parla l'islandese e si usa l'alfabeto latino.
    Il tempo nella capitale sta per finire e vedere la sua attività vulcanica.
    Il mio viaggio finisce a Husavik,una cittadina famosa perché gli abitanti sono amanti delle balene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche in questa regione hai citato bellissime esperienze senza approfondirle... Peccato! :-(

      Elimina
  20. Il mio viaggio in Danimarca

    Mi trovo a Copenaghen, la capitale della Danimarca. Questo bellissimo Stato si trova tra la Scandinavia e l'Europa ed è il più meridionale dei paesi scandinavi. Qui ci sono centinaia di isole, ma la maggior parte della popolazione è concentrata sulla Penisola dello Jutland. E' al tredicesimo posto nell' ISU (Indice di Sviluppo Umano), ha una densità di 128 abitanti per km e una popolazione di circa 5.511.451 abitanti. Ci sono molte cose da vedere qui nella capitale, ma mi colpisce in particolare la statua ella Sirenetta su una roccia di fronte alla baia. E' davvero bella! Dopo aver visitato anche il porto, mi sposto verso la Groenlandia. Durante il mio viaggio, noto che il territorio è pianeggiante e che sono presenti anche lunghe insenature. Il clima è atlantico. Qui in Danimarca l'agricoltura e l'allevamento sono molto produttivi e la pesca è importantissima. L'elettronica è il settore industriale più attivo, e l'economia comprende anche l'esportazione di petrolio. Finalmente arrivo in Groenlandia........mi basta percorrere poche decine di chilometri e sono in America! E' stato un viaggio davvero emozionante :D

    RispondiElimina
  21. LA DANIMARCA
    Inizio il mio percorso dalla penisola dello Jutland ,vedo centinaia di isole , vedo Fyn ,Sjaelland e Lolland , sono molto grandi e sono in collegamento attraverso un ponte
    con la Svezia, il territorio è pianeggiante , ci sono basse colline e coste dune e sabbiose e grandi insenature. Poi vedo gli abitanti che lavorano l'agricoltura e l'allevamento,
    la pesca e l'esportazione del petrolio , producono formaggi,latte ,burro gli allevatori e hanno un reddito del
    50%. Poi vado nel porto , mi faccio un bel giro in bici e osservo anche altri in bici, mi trovo a Copenaghen , la capitale dove viene un ' aria gelida che proviene da una parte . È la Groenlandia l'isola piu' grande al mondo ricca di ghiacciai , tundre … Il mio viaggio termina ed è stato veramente molto interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi contadini che lavorano la terra con mezzi avanzati e vasti allevamenti di bestiame, infatti in Danimarca agricoltura e allevamento sono molto produttivi!:-).

      Elimina
  22. Si parte per la Danimarca!
    La Danimarca è il più meridionale dei paesi scandinavi.
    È formata dalla Penisola dello Jutland e da centinaia di isole.
    Alcune molto grandi sono: Fyn, Shetland e Lolland. Ma l'isola più grande del mondo è .la Groenlandia.
    Mi trovo a Copenaghen. Qui si pratica la pesca,l'agricoltura e l'allevamento. Si esporta anche il petrolio. Copenghen è un porto importante tra Mal Baltico e Mar del Nord.
    Sto osservando le fitte reti di piste per le biciclette....ne sono tante!
    Il viaggio interessante finisce qui.


    Michela 2D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michela, peccato che tu non ti sia fermata un po' di più ad osservare i monumenti della capitale! :-(

      Elimina
  23. Si parte per l‘Islanda!
    È un‘isola di origine vulcanica, ed è una delle terre piu‘ giovani del pianeta,ancora in formazione.
    Ci sono duecento vulcani tra cui trenta ancora attivi. Mi trovo a Reykjavik e sto osservando dei geyser che lanciano vapori e getti d‘acqua caldissima a intervalli nell‘aria.
    Il clima e‘ variabile.
    L‘energia che si produce dai geyser e‘ detta geotermica.
    L‘Islanda ha molto turismo e sfrutta molto le risorse geotermiche.
    D‘inverno sono presenti anche tempeste.
    Ho imparato anche un proverbio in questo viaggio che dice ‘raramente c‘è una sola onda‘.
    Il viaggio è stato molto interessante.


    Michela 2D

    RispondiElimina
  24. Mi trovo nella Penisola dello Jutland che è circondata da centinaia di isole. Le più grandi sono Fyn, Sjaelland e Lolland e dei ponti le collegano tra loro. La Danimarca si presenta pianeggiante perché le sue terre sono il prolungamento della vasta pianura della Germania. Il suo clima è atlantico e la maggior parte del suo territorio è stato trasformato dall’agricoltura. Della Danimarca fa parte anche la Groenlandia, l’isola più grande del mondo. La maggior parte degli abitanti vive a Copenaghen, la capitale. Nell’agricoltura e nell’allevamento vengono usate tecniche avanzate. In questo paese è diffusa la pesca, molto importante, il settore più attivo è quello dell’elettricità e viene esportata una grande quantità di petrolio

    RispondiElimina
  25. L’Islanda è un’isola di origine vulcanica ed è una delle terre più giovani del mondo. Sono presenti duecento vulcani dei quali trenta ancora attivi. Ci sono anche geyser che lanciano getti di vapore caldo. Il clima è molto variabile . Da una parte c’è la Corrente del Golfo e da un’altra quella fredda della Groenlandia. Il suo territorio è coperto dalla tundra e da ghiacciai tra i quali il più grande d’Europa, il Vatnajocull. L’Islanda è al primo posto nell’indice ISU. Un secolo fa era solo abitato da pochi contadini e pescatori ed oggi i suoi abitanti hanno un alto reddito. L’Islanda esporta le aringhe. Il turismo è diventato una risorsa molto importante perché questa terra che era quasi spopolata e piena di vulcani e ghiacciai, attira molti visitatori.

    RispondiElimina
  26. All'alba paro pensando di essere un uccello per scoprire i segreti della Penisola dello Jutland. La Danimarca è cicondata da isole. Le più grandi sono Fyn, Sjaelland e Lolland. Parto dalll'isola di Lolland, dalla città di Nikoling. Decido di visitare le altre due isole vedendo le coste basse e sabbiose. Decido di fermarmi a Copenaghen, la capitale. Il suo nome, in danese, vuol dire "porto dei mercanti". Questa città è attraversata da molti canali e dalle piste ciclabili. Il simbolo della città è la statua della Sirenetta. Dopo pranzo riparto e vado verso l'isola più grande del mondo:la Groenlandia. Qui ci sono solo ghiacciai che lasciano liberi solo alcuni tratti di costa. Verso sera riparto e torno a casa.

    RispondiElimina
  27. Parto una mattina per visitare un'isola di origine vulcanica : l'Islanda. In quest'isola ci sono 200 vulcani tra cui 30 ancora attivi e sono molto frequenti i terremoti. In una valle vedo molti geyser, dei giacimenti sotteranei di vapore e acqua bollente. Il clima a sud è raggiunto dalla Corrente del Golfo che lo mitiga e a nord è raggiunto dalla Corrente della Groenlandia che rende gli inverni più freddi. Verso ora di pranzo scalo il Vatnajokull (2119 metri), il ghiacciaio più grande d'Europa. Nel pomeriggio mi fermo a Reykjavik, la capitale. Qui scopro che l'Islanda è al primo posto della classifica dell'Indice di Sviluppo Umano (ISU). Verso sera riparto per tornare in Italia, a casa mia.

    RispondiElimina
  28. Mi trovo a Keflavik che è una cittadina di 8.000 abitanti In Islanda è nota per la sua fiorente scena musicale degli anni '60 e '70 tanto da essersi guadagnata l'appellativo " La città dei Beatles "
    Dopo vado Reykjavik, la capitale dell'Islanda . Essa è la capitale di stato più nord al mondo.
    Con circa 120.000 abitanti è il cuore politico, economico e culturale dell'intera isola
    Il significato del nome in italiano viene tradotta in baia fumosa.
    Il mio viaggio è finito adesso si torna in Italia .

    RispondiElimina
  29. Proseguo il mio viaggio e, con tutte le mie energie, mi dirigo verso ovest, in particolare verso una terra ancora in formazione: l' Islanda, che si trova a circa 300 km dalla Groenlandia e in 2 punti quasi tocca il circolo polare artico.
    Che confusione!
    Eruzioni ovunque causate da ben 30 vulcani ancora attivi.E quanti terremoti!
    Mi sposto più in alto per mettermi al sicuro.
    Osservo che il territorio è costituito da altipiani montuosi quasi completamente disabitati e soprattutto da numerosi ghiacciai, alcuni dei quali scendo a picco fino al mare.Sorvolo il Vatnajokull il più esteso d' Europa.

    Cosa sono queste nuvole di vapore?
    In Islanda si verificano fenomeni spettacolari dovuti a più di 600 geyser.
    I geyser sono sorgenti sotterranee da cui fuoriescono colonne d' acqua caldissima (intorno ai 75°).alte fino a 40 m.
    Questi geyser vengono sfruttati per diversi scopi :
    - per produrre energia elettrica (tramite le centrali geotermiche)
    - per riscaldare le serre delle grandi aziende agricole
    - per riscaldare gli edifici

    Qui il clima è piuttosto variabile a causa di 2 fattori:
    da una parte il meridione è lambito dalla calda Corrente del Golfo, dall' altra il nord è attraversato dalle fredde correnti della Groenlandia.
    Per cui mentre a nord c' è la tundra a sud la vegetazione è di tipo subartico con cespugli di erica, salici e betulle.

    Vengo attratto dalle numerose cascate che i fiumi formano per superare gli altipiani centrali.In particolare mi dirigo verso la cascata più spettacolare e impetuosa, la Gullfoss, la "Cascata d' Oro " formata dal fiume Hvita.
    E' così chiamata per il gioco dei colori che si formano al di sopra quando c' è bel tempo.
    Mi sposto verso la costa sud occidentale e visito Reykjavic. la capitale dell' isola, fondata da un vichingo norvegese che la chiamò " baia fumante" per i vapori da cui era avvolta.
    Qui abita la maggior parte della popolazione islandese e la città è piuttosto moderna con molti spazi verdi ma soprattutto con case basse dai caratteristici tetti in lamiera colorata.
    L' economia è basata essenzialmente sulla produzione di energia e sulla pesca effettuata con una moderna flotta che si spinge fino al mare Artico, ricco di merluzzi, aringhe e gamberetti.
    Matteo 2E

    RispondiElimina
  30. Oggi sono diretto nell' antica terra dei Dani, la Danimarca, formata da una parte continentale, che sarebbe il prolungamento della vasta pianura germanica, che si protende verso la penisola Scandinava, e da un arcipelago di oltre 500 isole.
    Sono molto colpito dai ponti che collegano la penisola con le 3 isole più grandi: Fyn, Lolland e Sjaelland che ospita la capitale, ma anche alla Svezia.
    Questi sono anche i territori più popolati e ricchi di insediamenti urbani e industriali.

    Mi guardo intorno, quante coste! Ben 7500 km, che variano a seconda di dove ci si trova: infatti a ovest, sul Mar del Nord sono basse e uniformi mentre a est, sul Mar Baltico sono alte e rocciose con profonde insenature.
    Non so definire quelle che mi piacciono di più perchè sono belle in modo diverso.

    Finalmente mi decido a visitare la capitale, Copenaghen.E' una bella città che si affaccia sullo stretto dell' Oresund. La cosa particolare è che sorge sull' isola di Sjaelland ma in parte anche sull' isoletta di Amager e le 2 isole sono collegate da ponti e tunnel.
    E' diventata capitale nel 1443 quando era molto sviluppata grazie al porto mercantile ( da cui ha preso il nome ). Infatti si trovava in una posizione strategica tra l' europa continentale e i paesi scandinavi.
    Il centro storico è dedicato ad Andersen, il famoso scrittore di fiabe e il simbolo della città è proprio ispirato ad una sua fiaba, la Sirenetta che domina il mare.
    Dall' alto vedo numerose biciclette: infatti a Copenaghen la bicicletta è il mezzo di trasporto più usato, che ha la precedenza su tutti gli altri.

    Ritorno verso lo Jylland centrale perchè vengo irresistibilmente attratto da una cosa molto particolare: lo stabilimento della LEGO che, in un grande parco di divertimenti, ha ricreato una città in miniatura costruita interamente con i mattoncini colorati della Lego. Veramente spettacolare!
    Matteo 2E

    RispondiElimina
  31. L'Islanda (Ísland, in islandese ˈislant) è una nazione insulare dell'Europa settentrionale, situata nell'Oceano Atlantico settentrionale, tra la Groenlandia (200 km) e la Gran Bretagna, a nordovest delle Isole Fær Øer. Nel gennaio 2012 la popolazione era di 319.575 abitanti: ciò la rende (escludendo i microstati), il paese europeo meno popolato. La capitale è Reykjavík.
    Collocata sulla dorsale medio atlantica, l'Islanda presenta una marcata attività vulcanica e geotermica, che ne caratterizza fortemente il paesaggio. L'interno consiste principalmente di un altopiano sabbioso desertico, montagne e ghiacciai, da cui molti fiumi glaciali scorrono verso il mare attraverso le pianure. Grazie alla corrente del Golfo, l'Islanda possiede un clima temperato, relativamente alla sua latitudine, che ne consente l'abitabilità.

    RispondiElimina
  32. L'Islanda

    L'Islanda è un'isola di origine vulcanica,di cui trenta ancora attivi.In quest'isola sono presenti anche molti geyser che lanciano nell'aria vapori bollenti e getti d'acqua caldissima.L'energia che producono è detta geotermica.Il clima è caratterizzato da una forte variabilità.L'Islanda è raggiunta da diverse correnti,quelle del Golfo e la corrente fredda della Groenlandia.Una grande parte dell'isola è coperta da tundra e da ghiacciai(il più grande è il Vatnajokull)L'Islanda anticamente era abitata in parte da contadini e pescatori che facevano una vita molto difficile,ma nel 2009 l'indice ISU era il più elevato.Questa terra piena di vulcani e di ghiaccia attira molti visitatori e favorisce,quindi,il turismo
    Colonizzazione Vichinga:
    Gli eremiti britannici se ne andarono però, quando, tra il IX e il X secolo, dopo le esplorazioni di Naddoddr e Gardar Svavarsson, iniziò la colonizzazione norvegese, che lì infastidì a causa della religione dei nuovi arrivati. Venne istituito il più antico parlamento d'Europa: l'Alþing, a cui partecipavano i capi religiosi (godar), da cui dipendeva anche il sistema giudiziario. A seguito della decisione del Re di Norvegia di convertirsi al cristianesimo, nel 999 l'Islanda divenne un territorio cristiano, sempre però sottomesso ai godar, che adesso erano potenti uomini di Chiesa. In quell'epoca iniziò per l'isola un periodo di crescita economica e di pace.

    RispondiElimina
  33. La Danimarca!!!!
    La Danimarca è formata dalla penisola dello Jutland che separa il Mare del Nord da centinaia di isole.Il territorio si presenta come un'area pianeggiante,appena mossa dalle basse colline.Lungo le cose del Mar Baltico si aprono lunghe insenature,la più profonda è il Lijmfiorden.Il clima è atlantico,con inverni miti ed estati fresche.I danesi sono molto attenti alla tutela dell'ambiente naturale rimasto e sono stati i primi in Europa a istituire nel 1971 un ministero per l'ambiente.La Groenlandia è l'isola più grande del mondo,il suo territorio è quasi tutto coperto da ghiacciai che lascaino liberi alcuni tratti della costa.L'agricoltura e l'allevamento sono molto produttivi.Anche la pesca è un'attività molto importante.
    Un pò di sport...
    In Danimarca lo sport più popolare è il calcio e a Copenaghen si trova lo stadio principale del paese, il Parken Stadium in cui giocano la nazionale danese e la squadra dell'FC Copenaghen. La sua scuola calcistica ha espresso diversi giocatori di livello mondiale, tra i più noti Harald Nielsen, Allan Simonsen, Morten Olsen, Preben Elkjær Larsen, Michael Laudrup, Peter Schmeichel, Brian Laudrup, Jon Dahl Tomasson, Martin Laursen e Martin Jorgensen. Nel 1992 la Nazionale danese contro ogni pronostico si laureò Campione d'Europa in Svezia. Un altro sport molto praticato è il ciclismo, anche grazie alla conformazione del territorio: infatti, molto famosa è la squadra Saxo Bank-Sungard e Copenaghen è stata soprannominata anche "La città dei ciclisti", grazie alla diffusione del mezzo tra gli abitanti ed alle numerosissime piste ciclabili di cui dispone.

    RispondiElimina
  34. Il mio viaggio in Islanda
    Parto dalla capitale del' Islanda: Reykjavik.Questa città é molto accogliente. Gli abitanti sono 119.547 e sono davvero istruiti.
    Qui le temperature sono miti perché la corrente del Golfo raggiunge questo punto.
    Non molto lontano dalla città c' é un golfo medio grande.
    Verso il mare aperto si vedono moderne flotte da pesca che lasciano il porto. É molto pericoloso avventurarsi in queste acque in quanto le tempeste sono frequenti.
    Mi sposto all' intero dell' Islanda. Appena lasciata la città vedo colline, qualche vulcano ormai spento e i geyser; quest ultimi sono getti di acqua calda e vapore provenienti dall' sottosuolo. Essi alimentano l' energia geotermica.
    Da quando hanno cominciato a usare quest energia l' ISU dell' Islanda é diventato il più alto al mondo.
    Avvicinandosi alle montagne si puó osservare la tundra.
    Raggiungo così il monte Langjokull e termino il mio breve viaggio.

    RispondiElimina
  35. Il mio viaggio in Danimarca
    Sono in Danimarca, il paese più meridionale dei paesi Scandinavi e anche il più popolato.
    Mi trovo precisamente a Copenaghen, la capitale. Questa città sorge sull’ isola di Sjaelland; conta 520.574 abitanti. E’ anche detta la città dei ciclisti in quanto è piena di piste ciclabili. Inoltre è un porto importantissimo fra Mar Baltico e Mare del Nord. Dai giacimenti di quest ultimo estrae gas naturale e petrolio che esporta in tutto il mondo.
    Da questa parte la costa é ricca di insenature ed il territorio é pianeggiante come in tutto il resto della Danimarca. Qui si vive di agricoltura, allevamento, pesca e proprio a Copenaghen anche di turismo in quanto é la capitale. Inoltre questa città é piena di musei, come quello dei fumetti e della fotografia, e di edifici antichi.
    Non fa molto freddo. Infatti il clima atlantico che si estende qui prevede in generale inverni abbastanza miti ed estati fresche.
    Così termino il mio viaggio.

    RispondiElimina
  36. GRETA SCRIVE

    Ho deciso di andare a visitare la Danimarca.
    Siccome non ho molto tempo decido di visitare solo Copenaghen,Copenaghen è la capitale della Danimarca ed è la sua città maggiormente popolata.
    Mio padre conosceva un signore del posto che ci ha spiegato molte cosa sulle attività che si svolgono lì:l'agricoltura e l'allevamento del bestiame dove utilizzano delle tecniche molto avansate che aumentano di conseguenza anche la produttività,questo signore pratica tutte le attività del paese e ci ha fatto vedere diversi macchinari per l'agricoltura.Anche la pesca è molto importante;un industria molto attiva è quella dell'elettronica.
    Insomma mi sono divertita molto anche se questo è stato un viaggio breve ritornerò qualche altra volta per visitare altre splendide parti della Danimarca.

    RispondiElimina
  37. Eduart scrive

    Arrivo in danimarca. Comincio a visitarla cominciando da Copenaghen. Copenaghen ha 518.574 abitanti nel Comune - 1.167.569 nell'area urbana[1]- è la capitale e la città più popolosa della Danimarca. È situata sulle isole Sjælland e di Amager ed è separata dalla città di Malmö, in Svezia, dallo stretto di Øresund. Passo per odense. Odense[?·info] è la terza città più grande della Danimarca. Ha una popolazione di 168.798 abitanti (2012) e si trova sull'isola di Fionia (Fyn), compresa nella regione diSyddanmark, porto commerciale alla foce del fiume omonimo.
    È la città in cui è nato l'autore di fiabe Hans Christian Andersen. Finisco il mio viaggio ad alborg. alborg (o anche Ålborg, pronuncia approssimativa olbo) è una città dellaDanimarca, la quarta per popolazione dopo Copenaghen, Århus e Odense. Conta una popolazione urbana di circa 104.885 abitanti, ma 201.142 abitanti nel comune di Aalborg (terzo a livello nazionale come numero di abitanti) che include anche città satellite come Nibe, Storvorde, Klarup, Vodskov.

    RispondiElimina
  38. Giorgia M. Scrive
    LA DANIMARCA
    La Capitale della Danimarca è Copenaghen. Essa è attraversata da numerosi canali e da una fitta rete di piste per le biciclette. Infatti i ciclisti hanno la precedenza su tutti gli altri mezzi di trasporto.
    La Danimarca, il più meridionale dei Paesi Scandinavi è formata dalla Penisola dello Jutland.
    Il territorio è il prolungamento della vasta pianura germanica e si presenta come un’area pianeggiante con delle piccole e vaste colline.
    Lungo il Mare del Nord le coste sono bordate di dune sabbiose e sono a tratti paludose invece lungo le coste del Mar Baltico si aprono lunghe insenature.
    Il clima è atlantico con inverni miti ed estati fresche.
    I danesi sono molto attenti alla tutela dell’ambiente naturale rimasto e sono stati i primi in Europa ad istituire un Ministero per l’Ambiente. Il 25% del territorio è protetto da parchi ed oasi ambientali.
    Appartiene alla Danimarca anche la Groenlandia, la più grande isola del mondo. Il suo territorio è quasi tutto coperto dai ghiacci che lasciano liberi solo alcuni tratti della costa.
    La densità di popolazione è la più alta dei Paesi Scandinavi. L’agricoltura e l’allevamento del bestiame utilizzano tecniche avanzate e sono molto produttivi.
    La Danimarca è ai primi posti mondiali per l’esportazione dei prodotti agroalimentari; anche la pesca è un’attività importante.

    RispondiElimina
  39. Giorgia M scrive

    L’ISLANDA
    L’Islanda è un’isola di origine vulcanica ed è una delle terre più giovani del nostro pianeta ancora in formazione. Sul suo territorio ci sono duecento vulcani di cui 30 ancora attivi ed i terremoti sono molto frequenti. In Islanda ci sono anche più di 600 gayser che lanciano nell’aria vapori bollenti e getti d’acqua caldissima ad intervalli. L’energia prodotta dai gayser è chiamata geotermica ed una delle ricchezze dell’isola.
    Il clima è caratterizzato da una forte variabilità: nella Parte Sud-Orientale l’isola è raggiunta dalla Corrente del Golfo che ne mitiga le temperature invece nella parte Nord-Occidentale è toccata dalla corrente fredda proveniente dalla Groenlandia che rende più freddi gli inverni.
    L’Islanda fino ad un secolo fa era abitata da pochi contadini e pescatori. Negli ultimi cinquant’anni l’economia dell’isola si è trasformata e nel 2009 il suo indice ISU era il più elevato al mondo. Il cambiamento è stato rapido ed è iniziato quando si è dato inizio alla produzione di energia sfruttando le risorse geotermiche dei gayser.
    Anche il turismo è diventato una risorsa importante per il paese infatti l’Islanda con i suoi ghiacciai, gayser e vulcani ancora attivi attira molti visitatori.

    RispondiElimina
  40. professoressa il video degli scorci panoramici irlandesi è bellissimo mi è piaciuto veramente molto.Complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima, Greta! I complimenti sono per voi che con la vostra partecipazione date senso a questo blog didattico! Siete voi i veri protagonisti di questo meraviglioso viaggio alla scoperta delle bellezze della vita! Vi voglio un mondo di bene! :-)

      Elimina