lunedì 11 novembre 2013

Bentornati a casa Luca, Karen e Fyodor!



L'equipaggio della Expedition 37 accolto nelle steppe del Kazakistan, subito dopo l'atterraggio avvenuto alle 3.49 italiane

guarda il video





5 commenti:

  1. Cara professoressa,
    Questo video è molto interessante e emozionante! Il momento più bello è quando Luca alza il pugno come per dire ce l' abbiamo fatta.
    Luca, siamo tutti fieri di te!

    RispondiElimina
  2. Luca Parmitano e la sua squadra sono rientrati sulla Terra alle 3:49 (dell’ora italiana) dopo una permanenza di 166 giorni nello spazio (circa 3984 ore).
    A riportarli a casa è stata la stessa navicella Soyuz che li aveva trasportati sulla Stazione Spaziale Internazionale il 29 maggio.
    Luca e Karen ora , dopo essere atterati in Texas, furono sottoposti ad alcune visite mediche.
    I risultati degli esperimenti condotti da Luca saranno utilizzati a beneficio delle persone che vivono sulla Terra, e consentiranno di preparare l'uomo all'ulteriore esplorazione del Sistema Solare.
    La sua missione, densa di avvenimenti, ha incluso anche due passeggiate spaziali, una per installare alcuni esperimenti all'esterno e l'altra per preparare la Stazione all'arrivo di un nuovo modulo russo che sarà lanciato l'anno prossimo.
    La seconda uscita di Luca è stata interrotta a causa di un malfunzionamento della tuta spaziale, che ha causato l'accumulo di acqua all'interno del casco e ha costretto lui e l'astronauta della NASA Chris Cassidy a rientrare il più velocemente possibile.
    Luca, pilota collaudatore dell'Aeronautica Militare italiana, ha mantenuto la calma ed è rientrato nella camera stagna sano e salvo, nonostante le difficoltà di comunicazione e l'impossibilità di vedere fuori dal casco.

    RispondiElimina