martedì 22 ottobre 2013

Storia prima C La caduta dell'Impero Romano d'Occidente


La caduta dell'Impero Romano d'Occidente

"Vi sembrerà lungo, ma alla fine vi accorgerete che questo video 
è un ottimo riassunto per capire la caduta dell'Impero Romano!"
gli alunni della seconda A
C.A.T.



17 commenti:

  1. Ne abbiamo fatta di strada dall'inizio delle lezioni ad oggi ... Tutto molto affascinante, non credete?

    RispondiElimina
  2. DA LETIZIA

    Professoressa le mando il compito di storia da inserire nel blog. Mi piacerebbe condividere con noi i compiti che la prof Sanvitale ci ha assegnato. Vi farò un breve riassunto sulla società dei popoli germanici. La società dei popoli germanici era divisa in tribù. Ognuna con il proprio Re. Però la maggior parte delle questioni erano discusse in gruppo. Solo i guerrieri, detti anche Arimanni,erano uomini liberi e potevano partecipare alla vita politica. Gran parte delle contese si risolvevano con il ricorso alla faida:chi aveva subito un'offesa aveva diritto a vendicarsi. Era ammesso anche un risarcimento in denaro o in beni(guidrigildo). Nei casi più gravi si ricorreva al cosiddetto " giudizio di Dio" o ordalia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Letizia
      Prova a postare il tuo commento direttamente sul blog ... Basta anche solo un saluto, tanto per verificare che non è poi così difficile ... se invece non riesci ne parliamo a lezione! Buon fine settimana!

      Elimina
  3. Esercizio n° 5 pagina 301
    TRIBU':Era l'organizzazione statale dei popoli germanici,formate da più famiglie unite fra loro.Ogni tribù eleggeva un re dalla famiglia più nobile.
    RE:Il re non aveva il potere assoluto e infatti le questioni più importanti venivano risolte dall'assemblea di tutti gli uomini capaci di impugnare le armi.
    ARIMANNI:Gli arimanni erano le persone capaci di impugnare le armi e quindi guerrieri,considerati uomini liberi erano in grado di partecipare alla vita politica.
    SEMILIBERI O SCHIAVI:Erano la popolazione escluso i soldati.
    ASSEMBLEA DEI GUERRIERI:questa assemblea aveva il compito di amministrare la giustizia all'interno delle tribù.
    FAIDA:La faida era una legge dei barbari,diceva che ogni vittima che aveva subito un offesa poteva vendicarsi con un danno di pari valore a quello subito (come dice il detto "occhio per occhio dente per dente").
    GUIDRIGILDO:Secondo questa legge era ammesso un risarcimento in denaro o in beni di altra natura in base alla gravità dell'offesa.
    ORDALIA:L'ordalia (o "giudizio di Dio") era una procedura rituale per stabilire chi era colpevole e chi innocente:i sospettati dovevano prendere in mano oggetti incandescenti,camminare su carboni ardenti,immergere la mano nell'acqua bollente e dimostrare,dopo alcuni giorni che quelle prove atroci non avevano lasciato segni nel loro corpo
    GUERRA:Alla guerra erano legati i valori più importanti sotto il punto di vista religioso:il dio supremo,odino,era il dio della guerra e suo figlio Thor era un dio guerriero.I soldati morti in battaglia venivano accolti nel Walhalla accompagnati dalle valchirie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai scritto in modo corretto e pertinente!:-)

      Elimina
  4. ESERCIZIO PAG 301 N° 5
    La società germanica era divisa in tribù, ogni tribù era formata da più famiglie legate da un vincolo di parentela.
    Ogni tribù eleggeva il proprio re dalla famiglia più nobile.
    Esso non aveva potere assoluto, le questioni più importanti venivano risolte in una assemblea dei guerrieri, cioè le persone che sapevano reggere un' arma, gli arimanni ( guerrieri dell'esercito. )
    Gli altri venivano considerati schiavi o semiliberi e svolgevano i lavori che i guerrieri odiavano fare(allevamento, agricoltura, ecc...)
    Il sistema giudiziario dei germani era antico.
    Certe situazioni venivano risolte in privato ricorrendo alla faida, cioè che se uno aveva subito un torto l' altro lo doveva subire a sua volta. (rapina per rapina, omicidio per omicidio, ecc...)
    In altri casi si faceva ricorso al risarcimento in soldi o in beni di tutt' altro genere, questo è il guidrigildo.
    Nei casi più gravi si ricorreva all' ordalia o giudizio di Dio, cioè che l' accusato doveva mantenere oggetti incandescenti, camminare sui carboni ardenti e mettere la mano nell' acqua calda.
    L' accusato se pochi giorni dopo aveva ancora i segni delle ferite era colpevole se non li aveva era libero.
    Dopo molti anni questo sistema fu abolito dalla chiesa.
    Anche la religione era collegata alla guerra.
    Odino, il re di tutti gli dei era anche il dio della guerra.
    Suo figlio Thor era un dio guerriero, il dio dei lampi e tuoni.
    Tutti i caduti nella guerra finivano nel Walhalla accompagnati dalle valchirie al galoppo di cavalli alati e lupi famelici.
    Questo è il racconto della vita germanica che ci ha insegnato la nostra splendida proff.sa di storia!!!!!!!!!!!!!!!!:) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Francesco, continua a condividere i tuoi compiti nel blog ... E grazie mille per "splendida" :-). :-). :-)

      Elimina
  5. Prof sono Paride e le mando il compito di storia di p.301.
    I popoli germanici erano divisi in tribù unite da un vincolo di parentela.ogni tribù aveva un re, il quale non aveva potere assoluto perchè le questioni importanti erano discusse con gli altri re di altre tribù.alle assemblee potevano partecipare anche gli arimanni:uomini dell'esercito.All'ultimo posto della società c'erano i semiliberi o schiavi, iquali non avevano nessun diritto.La maggior parte delle contese si risolvevano con il ricorso alla faida:chi aveva ricevuto un offesa poteva vendicarsi.Era ammessa anche un'altra forma di risarcimento in denaro o in beni naturali.Nei casi più gravi si ricorreva al "giudizio di Dio" o ordalia:l'accusato doveva superare prove molto pericolose e difficili.Per la guerra il dio più importante era Odino.Questo è il mio compito prof.Buona domenica!!!!!!!!!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo, Paride! Buona domenica anche a te! :-)

      Elimina
    2. Buon giorno professoressa sono Giulia e le mando il mio compito di storia a p.301.
      L'ORGANIZAZZIONE SOCIALE DEI POPOLI GERMANICI
      La società dei popoli germanici era suddivisa in tribù.Ogni tribù eleggeva un re che proveniva dalla famiglia più nobile;esso però non aveva il potere assoluto si faceva aiutare da un' assemblea composta da ogni uomo che sapeva impugnare un arma.
      Solo i guerrieri era considerati uomini liberi ovvero arimanni,uomini in grado di partecipare alla vita politica.
      Tutti gli altri erano semiliberi o schiavi ,che non potevano impugnare le armi, non partecipavano alla vita politica e dovevano svolgere tutti i lavori disprezzati dagli arimanni(agricoltura, allevamento, artigianato).
      I guerrieri amministravano la giustizia attraverso: la faida:chi aveva subito l' offesa aveva diritto a vendicarsi(occhio per occhio,dente per dente); il guidrigildo:risarcimento in denaro;l'ordalia:nei casi più gravi si ricorreva al giudizio di Dio.
      Questo è il mio riassunto professoressa, spero che le sia piaciuto.
      BUONA DOMENICA!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  6. Brava Giulia! Hai rotto il ghiaccio! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  7. I popoli germanici erano organizzati in tribù;
    C'era un Re che ,pur essendo la persona più importante , non poteva prendere tutte le decisioni.
    C'erano gli Arimanni ,che erano i guerrieri, e che partecipavano alla vita politica e sociale come alle riunioni importanti.
    C'erano i Semiliberi o schiavi che non avevano diritto alle armi e facevano i lavori che gli Arimanni disprezzavano , come l'agricoltore , il pastore ecc....
    Gli Arimanni partecipavano ad un'assemblea dei guerrieri che serviva per parlare di una guerra che stava per avvenire.
    L'amministrazione della giustizia era primitiva si praticava la faida che consisteva di fare un torto ad una persona che te ne aveva fatto uno o dello stesso "livello" o lo stesso.
    In caso non ci siano prove evidenti o testimoni si ricorreva all'ordalia (o giudizio di Dio) che consisteva nel camminare su carboni ardenti (o metallo fuso) e mettere le mani dentro una pentola con acqua bollente.
    Si credeva che Dio avrebbe guarito l'accusato ma , purtroppo nessuno riusci a guarire....
    Un altra pratica molto usata era una lotta tra l'accusato e l'accusatore.


    Spero le sia piaciuto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo KRISTIAN, sono molto felice del vostro impegno!

      Elimina
  8. Salve professoressa le invio il riassunto della:
    SCHEDA INFORMATIVA SUI POPOLI GERMANICI
    Già dal 3^ secolo, Roma viveva una profonda crisi.
    Nel 4^ secolo si aggiunsero delle minacce esterne ma non si riuscirono a fronteggiare: persino gruppi molto numerosi di barbari premevano ai confini sempre più sicuri dell' azione che stavano compiendo.
    Fra loro anche i più minacciosi:
    Ostrogoti, Visgoti, Eruli, Franchi.
    Verso il 4^ secolo si incamminarono verso l'Europa centrale e arrivati ne occuparono vaste zone. La società Germanica era suddivisa in tribù formate da più più famiglie.
    Ogni tribù eleggeva il proprio re ma non avevano poteri assoluti: i fatti più importanti venivano comunicati dalle assemblee. Solo gli Arimanni : uomini dell' esercito erano considerati uomini liberi. Gli schiavi non avevano l'obbligo di usare le armi ma si occuparono dell' agricoltura, allevamento e artigianato.
    I guerrieri avevano il compito di amministrare la giustizia delle tribù.
    Le popolazioni barbariche non avevano leggi scritte infatti il loro compito era primitivo. Le contese si risolvevano in privato, con la faida: chi aveva subito un' offesa aveva diritto a vendicarsi. Nei casi gravi si ricorreva al giudizio di Dio.
    Spero che le piace ;D

    RispondiElimina
  9. CHIARA P.
    A SOCIETA' DEI POPOLI GERMANICI

    La società dei popoli germanici era divisa in tribù. Ogni tribù eleggeva il suo re, scegliendolo tra le famiglie più nobili. Solo i guerrieri, detti anche arimanni ( uomini dell'esercito ) erano considerati uomini liberi e quindi in grado di partecipare alla vita politica. Tutti gli altri appartenenti alle tribù erano semiliberi o schiavi e non potevano partecipare alla guerra. L'assemblea dei guerrieri aveva anche il compito di amministrare la giustizia nelle tribù. La maggior parte delle contese si risolvevano con il ricorso alla faida, chi aveva subito un'offesa doveva vendicarsi, infliggendo al responsabile il danno corrispondente a quello subito. Spesso era ammessa una forma di risarcimento in denaro o in beni di altra natura secondo l'offesa ricevuta, cioè il guidrigildo. Nei casi più gravi si ricorreva al giudizio di Dio o ordalia.

    Chiara P.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara P. Ora so che sai usare con disinvoltura sia la mail che "il commento" ai post del nostro blog didattico! Brava!

      Elimina